Chiara e Silvia da Addis Abeba

da | 21 Ott 2015 | Giovani

Chiara e Silvia, che sono rientrate dalla missione con il Vides, hanno vissuto un mese intenso e ricco ad Addis Abeba nella zona di Bole Bulbulà.

Pubblichiamo la loro testimonianza e a seguire l’articolo di  suor Giusy.

La testimonianza di Chiara e Silvia

Appena rientrate in Italia, siamo state sommerse da mille domande e ogni volta è difficile rispondere perché abbiamo l’impressione di banalizzare con poche frasi un mese intenso, ricco di emozioni, sorrisi, abbracci e lacrime.

Possiamo dire di aver trovato l’amore nel senso più ampio e bello del termine! Fin da subito ci siamo sentite accolte sia dalle suore della missione sia dalla gente del posto: ricorderemo per sempre il primo giorno quando abbiamo visto i bambini sorriderci, salutarci e correrci incontro, pur non conoscendoci, e una delle mamme con un semplice sguardo e un abbraccio ci ha fatto intendere che era contenta di vederci. Prima di partire eravamo state avvertite che quest’esperienza sarebbe stata un arricchimento per noi più che un vero e proprio aiuto per le persone del luogo: una volta arrivate a destinazione ne abbiamo avuto la conferma. Abbiamo potuto assaporare la bellezza dell’accoglienza e della condivisione anche quando si ha davvero poco da offrire, la semplicità con cui i bambini sono in grado di divertirsi senza avere computer, telefonini o videogames, e la dedizione delle suore e dei volontari a cercare di migliorare le condizioni di vita di molte famiglie.

Quest’esperienza ci ha sicuramente cambiate, aiutandoci a capire ciò che conta davvero e auguriamo di vivere lo stesso a molti altri giovani.

Articolo correlato: Chiara, Maria e Francesca:
in Africa con il VIDES

FMA-capanna-Adis-Abeba

La testimonianza di Sr Giusy Riotti

Le volontarie Chiara e Silvia hanno visto le abitazioni in cui vive la nostra gente vorrebbero fare qualche cosa per i poveri.

Abbiamo suggerito loro il PROGETTO CASA.
Per riscattare una casa in un condominio che in Addis Abeba sopratutto nella nostra zona di Bole Bulbulà stanno sorgendo come funghi, per due piccoli locali e un sevizio la spesa ammonta a circa 6000 euro.

Chiara e Silvia  hanno conosciuto GANNET.
GANNET,è la mamma di Betty e Bemnet due sorelline che frequentano la nostra scuola. Sono orfane di papà, la mamma è epilettica non può fare nessun lavoro. Vendeva qualche cosa sulla strada ma sveniva continuamente. L’avevamo presa a fare un po’ di pulizie nella nostra scuola ma non ne aveva la forza. Abita in una baracca fatta di fanno sterco e paglia. Vi allego la foto della parete esterna.

Questo è un caso che necessita di aiuto. E’ una donna molto dignitosa, non stende mai la mano. Bemnet la maggiore fa davvero tanti sacrifici per aiutare la mamma, nel raccogliere legna, attingere acqua, vendere erba sul ciglio della strada. Paga ogni mese 600 birr moneta locale di affitto per quella baracca. La missione copre l’ammontare, diversamente sarebbe costretta a vivere sulla strada perché sfrattata da un posto all’altro. Inoltre un pò di cibo medicine e vestiti non le si possono lasciar mancare.

Certo,le persone bisognose di aiuto sarebbero tante ma cerchiamo di fare qualche cosa almeno con qualcuna che conosciamo da vicino in situazioni miserabili. Ci sarebbero altri progetti che necessitano di aiuto. Adozioni a Distanza per es; Abbiamo tanti bambini ammessi alla scuola gratuitamente. Siamo per i poveri, i ricchi possono trovare posto altrove. Inoltre non abbiamo posto per tutti sono veramente tanti. Famiglie a cui paghiamo l’affitto di una misera baracca sono parecchie. Queste sono le necessità delle realtà in cui siamo chiamate a vivere e ad affrontare quotidianamente.

Confidiamo nella PROVVIDENZA che sorge sempre prima del sole… lo constatiamo ogni giorno!

4^ Domenica dopo il martirio di San Giovanni

20 settembre 2020 – Anno A VANGELO di Giovanni 6, 24-35 Commento di suor Chiara Papaleo, FMA   Il clima di questa pagina di Vangelo sembra quasi fare da eco a quella della Samaritana, con la differenza che al capitolo IV era messa a tema l’acqua e la sete insita...

25^ Domenica del Tempo Ordinario

20 settembre 2020 – Anno A Vangelo di Matteo, 20, 1-16 Commento di suor Susanna Anzini, FMA   Questa domenica, nel vangelo, Gesù ci racconta una parabola che ad una prima lettura ci può sembrare un po’ strana, ma che ci aiuta ad uscire dalla nostra logica ed...

Riparte la scuola… e anche il doposcuola

A marzo improvvisamente il doposcuola a Gallarate che abbiamo gestito per tre anni ha improvvisamente chiuso. Se nel nostro spazio di intervento individuale a “Parole Insieme”, abbiamo trovato una mediazione, grazie ai canali digitali, lo spazio quotidiano che avevamo...

Rimettiamo la relazione al centro

A ragionare sulle responsabilità degli adulti (genitori, insegnanti, istituzioni, scuola, associazioni) sono stati chiamati Eraldo Affinati, scrittore e insegnante, Chiara Giaccardi, professoressa di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università...

Giovani profeti senza paura

Siamo uniti da una missione: «Andare in paradiso e portare con noi più gente che possiamo». Don Angel Fernandez Artime   Vi saluto con tutto il cuore, amici lettori del Bollettino Salesiano, che don Bosco tanto amava. Voglio condividere con voi una bella testimonianza...

Civic Action

Un ebook alla scoperta di storie italiane di (stra)ordinario civismo   Oltre 200 tra cittadini, associazioni, aziende ed enti hanno partecipato a CIVIC ACTION, una call for practices promossa da Fondazione Italia Sociale. Ora le storie più belle della call for...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi