Le FMA vicine al popolo libanese

da | 21 Set 2020 | Giovani

Le FMA e le Comunità Educanti dell’Ispettoria del Medio Oriente (MOR) sono vicine alla popolazione libanese colpita dalle esplosioni al porto di Beirut.

 

(Libano). Il 4 agosto 2020 la zona portuale di Beirut è stata colpita da più esplosioni che hanno distrutto il porto e colpito l’intero Paese del Libano. Oltre 200 le vittime, più di 6000 i feriti e circa 300.000 le persone che sono state sfollate e hanno bisogno di aiuto.

L’Ispettoria Gesù Adolescente del Medio Oriente (MOR) si è unita in preghiera per il Libano, per le vittime e per le famiglie che hanno perso tutto: casa, famigliari, lavoro e futuro. Insieme alle Comunità Educanti, hanno prestato aiuto con diverse iniziative di sostegno alle famiglie.

Una FMA racconta: “La Comunità di Kahhale è la più vicina a Beirut. FMA, Salesiani Cooperatori e oratoriani, si sono messi subito al lavoro. Si sono divisi in due gruppi e sono andati a Beirut. Un gruppo ha preparato i panini alla gente bisognosa e l’altro gruppo si è unito agli altri volontari delle Chiese per pulire le strade piene di macerie a causa dell’esplosione”. 

I Salesiani Cooperatori hanno avviato un’iniziativa “Un caffè per il Medioriente” per raccogliere fondi e aiutare la gente. La Comunità Maria Immacolata Ausiliatrice di Kahhale sta aiutando 10 famiglie nella riparazione delle case, delle porte e finestre che sono andate distrutte.

Nella Comunità Maria Ausiliatrice di Kartaba, 3 giovani vigili del fuoco, che lavoravano a Beirut, sono morti dopo l’esplosione. Le FMA a Kartaba organizzano incontri e momenti di preghiera con le famiglie e per le famiglie per sostenerle; assistono e si prendono cura dei bambini e degli adulti ammalati di cancro che non possono recarsi a Beirut per le cure.

Le tre scuole dirette dalle FMA in Libano stanno sostenendo le famiglie con la diminuzione delle rette scolastiche, assumendo la povertà dovuta al crollo economico e cresciuta dopo l’esplosione al Porto che ha avuto ripercussioni su tutto il Paese.  La disoccupazione in Libano ha raggiunto più del 50% della popolazione e la valuta della lira libanese ha perso valore nei confronti del dollaro del 80%. La povertà si sta trasformando in miseria, disperazione, sfiducia nelle istituzioni governative.

C’è bisogno di nuova speranza, per ricostruire un Paese già tanto provato da invasioni e guerre, e di una vita più dignitosa.

 

Fonte: cgfmanet.org

Presentazione Strenna 2021

Nel pomeriggio del 26 dicembre presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma è stata lanciata, per la prima volta nella storia in diretta mondiale, la Strenna 2021 del Rettor Maggiore «Mossi dalla speranza: “Ecco, io...

1 Km per la speranza

Di Riccardo Schiavo Roberto Miglio insegna educazione fisica alla Maria Ausiliatrice di San Donato M.se Ammalarsi di Parkinson e vedere, in mezzo al nero, un’opportunità per lanciare un messaggio positivo. Roberto Miglio insegna educazione fisica alla scuola salesiana...

Proposte “non” parrocchiali

Di don Andrea Lonardo   Tanti dichiarano che la parrocchia è finita e poi cosa fanno? Continuano a proporre ricette sulla parrocchia e sull’Iniziazione cristiana. Tanti pastoralisti continuano a ripetere lo slogan che la “civiltà parrocchiale” è finita e poi...

Scuola. Salvare il rientro

Cresce il desiderio di studenti e famiglie di tornare alla didattica in presenza. I nodi da sciogliere sono noti. Ma servono criteri adeguati e non centralistici Di Ezio Delfino   Il desiderio degli studenti e l’attesa delle famiglie di tornare a un regolare...

Buon Natale 2020!

Nulla di romantico: costretti a mettersi in viaggio quando Maria avrebbe bisogno di riposo; locande piene quando ci sarebbe bisogno di un posto caldo ed accogliente dove accogliere il Bambino; notte, freddo, grotta per un evento degno del luogo migliore del mondo per...

Un Arcivescovo “dal basso”

Don Mimmo Battaglia nuovo arcivescovo di Napoli Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Arcidiocesi Metropolitana di Napoli (Italia) del cardinale Crescenzio Sepe. Il nuovo Arcivescovo Metropolita di Napoli è Mons. Domenico Battaglia. Don...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi