Riscrivere la Speranza

da | 17 Ott 2017 | Libri

Nell’ultimo anno alcuni fenomeni hanno portato il discorso del suicidio direttamente nell’immaginario condiviso di ognuno di noi.

Prima la Balena Blu, il terribile gioco di cui si è sospettato che spingesse alcuni giovani a tentare il suicidio, poi la diffusione presso un vastissimo pubblico di giovani della serie televisiva Tredici,nella quale una ragazza prima di togliersi la vita incide tredici audiocassette indirizzate ad altrettante persone  indicate come i destinatari e responsabili del suo gesto, hanno creato una forte attenzione nei confronti del tema drammatico del suicidio adolescenziale.

Noi sappiamo che il suicidio è la seconda o terza causa di morte nei paesi occidentali, ma non sappiamo ancora bene come parlarne.

Alcuni preferiscono tacere nell’illusione che il silenzio possa ridurre i rischi di emulazione o nel timore che la parola suicidio eserciti sui giovani una strana seduzione. Così, per esempio, alcuni psicologi d’oltreoceano stanno facendo pressione preso i produttori di Tredici perché non venga prodotta la seconda serie (già peraltro annunciata per il 2018). Il problema, però, è che, quando non parlano le persone che hanno affrontato questa esperienza o che ne conoscono i rischi, a parlare è la rete con le imprevedibili conseguenze che questo discorso incontrollato comporta.
Quello che intendiamo fare in questo incontro invece, è affrontare direttamente il tema del suicidio attraverso riflessioni e testimonianze evidenziando una particolarissima storia clinica, quella descritta da Antonio Piotti e Roberta Invernizzi nel loro ultimo libro dal titolo Riscrivere la Speranza, che ci racconta della vicenda di Amina, una giovane sopravvissuta miracolosamente al suo defenestramento dal quarto piano, e del trattamento clinico cui è stata sottoposta. Durante due anni di sedute le parole per dire il senso del suo desiderio di morte hanno cominciato a comparire fino a che è stato possibile riaprire la strada del futuro.  Il caso di Amina deve servire proprio per mostrare come la strategia del silenzio di fronte all’angoscia di morte sia alla fine la meno appropriata e come il compito degli adulti sia invece quello di riaprire, contro la morte, sempre più intensamente lo spazio per un discorso aperto alla vita.

Mai più morire soli

Di Giovanni Marcotullio Un regalo di Natale passato forse inosservato è il protocollo che un tavolo tecnico molto assortito ha proposto alla Regione Toscana: la delibera che ha fatto proprio il protocollo ha permesso l'avvio di una procedura che permette ai parenti di...

3^ Domenica dopo l’Epifania – Anno B

3^ Domenica dopo l’Epifania – Anno B 24 gennaio 2021 Vangelo di Matto 14, 13b-21 Commento di suor Daniela Tognoni, FMA   La pericope proposta nella liturgia odierna si colloca nel Vangelo di Matteo, nella sezione narrativa che separa il Discorso in Parabole dal...

3^ Domenica del Tempo Ordinario – Anno B

3^ Domenica del Tempo Ordinario - Anno B 24 gennaio 2021 Vangelo di Marco 1, 14- 20 Commento di suor Rita Fallea, FMA   Le letture di questa domenica mi suggeriscono un percorso in tre passi: il cammino; la conversione; la meta.   1. Il cammino Ad un primo...

Laura Vicuña generatrice di vita

Di suor Anna Maria Dacrema, FMA     Desidero presentarvi Laura, una ragazza che sogna, gioca, ride, ama, soffre e prega. Una giovane alunna che studia, lavora, dialoga con l'amica del cuore e condivide le sue esperienze con i Salesiani e le suore della...

Custodire la fragilità

LE POCHE COSE CHE CONTANO oggi, in educazione   di Suor Cristina Merli, FMA     Nei momenti di crisi, se ci si lascia toccare da ciò che accade, si diventa più essenziali, si scopre ciò che è indispensabile e si impara a lasciar andare ciò che è...

Non di solo studio…

Di Daniele Somenzi   Come organizzare studio e vita sociale nel quotidiano dei ragazzi? E’ una domanda che ci siamo posti tante volte, perché l'organizzazione è un punto fondamentale della missione di “Parole Insieme”. Per questo lavoriamo tanto nel pensare i...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi