“Fano” e il poster della Strenna 2021

Il celebre disegnatore spagnolo Patxi Velasco Fano – in arte, semplicemente “Fano” – già autore del poster della Strenna del Rettor Maggiore per il 2018, è da anni legato da vincoli di stima e amicizia alla Famiglia Salesiana. Saputo che il motto della Strenna per il 2021 era «Mossi dalla speranza: “Ecco, io faccio nuove tutte le cose” (Ap 21,5)» ha spontaneamente elaborato una sua versione del poster della Strenna, dal taglio “catechistico” e rivolta specialmente ai ragazzi, e l’ha messa gratuitamente a disposizione del Rettor Maggiore.

Il poster, che mostra i tratti caratteristici dello stile di Fano, ormai noti a livello internazionale (figure morbide, colori vivaci, netti contorni…), rielabora il messaggio centrale della Strenna per farne una rappresentazione figurativa in grado di “parlare per immagini”. Ogni piccolo dettaglio, anche quello che può sembrare un mero elemento decorativo, racchiude invece un valore recondito in grado di orientare una lettura cristiana e salesiana della scena.

Al centro della scena c’è un’automobile rossa, oggetto di ampi lavori di rinnovamento, circondata da una moltitudine di personaggi, e collocata in un paesaggio per nulla casuale. Lo stesso autore spiega ogni particolare.

  • La via che s’intravvede sullo sfondo è ricca di salite e curve, talvolta è dissestata. Sbalzi, urti e rotture hanno ammaccato la vettura. “Abbiamo bisogno di riparazioni per poter ripartire incontro agli altri e incontro a Dio”, spiega l’artista.
  • Sullo sfondo c’è anche il profilo della Basilica di Maria Ausiliatrice: “È la nostra officina. La sua e nostra casa”.
  • La suora, il bambino… I tanti e piccoli protagonisti testimoniano che “tutti possiamo dare una mano”.
  • L’ancora al centro significa che “la nostra speranza viene dall’Alto”.
  • E ad essa vi è appeso “l’unico nostro motore, l’Amore di Dio”.
  • Don Bosco è lì accanto, sorridente insieme ad un giovane: “Don Bosco è sempre con noi, con il suo coraggio e la sua forza”.
  • Mentre il sole che sorge, sul lato destro del fondale, indica che “ad ogni nuovo giorno siamo pronti a ripartire”.
  • I cartelli “scuola, lavoro, oratorio, famiglia, parrocchia” sono le diverse “targhe”: “sono tante, ma tutte autentiche”.
  • fari, inseriti in un libro con una croce, “sono le parole della Bibbia”.
  • Tutto l’insieme dei lavori– “sollevare, smontare, sostituire, riparare, rinnovare” – rappresenta l’impegno che ciascuno deve fare nella vita.
  • Dentro l’auto, sorridente e incoraggiante, c’è Gesù: “il nostro copilota. Con Lui non perderemo la strada”.
  • Le riparazioni a ruote e carrozzeria stanno per la cura delle ferite incontrate nella propria esistenza.
  • E “per vedere meglio, grandi e piccoli sono insieme, sono inginocchiati”.
  • Dietro l’auto, inconfondibile, c’è Maria Ausiliatrice: “Ci protegge e fa da paraurti”.
  • Il distributore alle sue spalle rivela “il nostro carburante: lo Spirito di Dio, l’Eucaristia, la Preghiera”.

 

Il poster catechetico elaborato da Fano è già oggi disponibile in spagnolo e in italiano.
Nei prossimi giorni è prevista la diffusione dei poster anche in inglese, francese, portoghese e polacco. Sul numero del Bollettino Salesiano italiano di gennaio è prevista, inoltre, una diffusa presentazione del poster.

 

Fonte: infoans

Share This

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Si prega di accettare o lasciare la pagina se non si è d'accordo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi