#1euroafamiglia

Di Sara De Carli

 

Il Forum Famiglie lancia una campagna da famiglie a famiglie, per pagare le spese urgenti dei nuclei in temporanea difficoltà economica. L’obiettivo è «creare una rete in cui le famiglie sappiano di non essere sole. È sussidiarietà, non assistenzialismo. Siamo noi famiglie che proviamo a risolvere i problemi di altre famiglie, ognuna con il suo piccolo contributo, generando un processo», dice Gigi De Palo.

 

Da famiglia a famiglia. Una microdonazione ripetuta nel tempo, per aiutare altre famiglie in temporanea difficoltà economica. Un euro al mese o un euro a settimana, ogni famiglia sceglierà importo e frequenza, ma l’obiettivo è sempre lo stesso: dare una mano alle tantissime famiglie che in questo momento in Italia stanno avendo problemi a pagare la rata del mutuo o le bollette e stanno dando fondo ai risparmi accumulati. A lanciare l’iniziativa #1euroafamiglia è il Forum delle Famiglie, attraverso la sua Fondazione. Il sito è operativo da oggi e i proventi della campagna saranno raccolti in un “Fondo Famiglie” e destinati al 100% al sostegno economico di famiglie in difficoltà, dal momento che tutte le spese di gestione sono a carico della Fondazione. Il Fondo debutta con una dotazione di 30mila euro.

«#1euroafamiglia è una sorta di azionariato popolare delle famiglie per le famiglie, dove poter dare e chiedere aiuto», dice Gigi De Palo, presidente del Forum. L’idea nasce nei mesi del lockdown, quando Gigi e il Forum iniziano a ricevere «molte mail da parte di famiglie che si mettevano a disposizione di altre famiglie per donare dei soldi. Lettere molto belle, in cui alcune famiglie ci dicevano di voler dare una mano a famiglie con partita Iva che si erano ritrovate senza entrate, con contratti non rinnovati, che avevano perso il lavoro. Situazioni di difficoltà economiche temporanee. Una giovane dottoressa in particolare, ha chiesto al Forum di fare da tramite con una famiglia, per mettere a disposizione i soldi in più che le erano arrivati». È la lettera che Beatrice Fazi legge nel video di presentazione dell’iniziativa, ma non è certo l’unica: «Così abbiamo deciso di strutturare l’iniziativa».

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

L’obiettivo non è solo quello della raccolta fondi: «È creare una rete, una osmosi, in cui le famiglie sappiano di non essere sole. Basta poco per capire che siamo davvero una unica famiglia umana, che dobbiamo remare tutti nella stessa direzione… vogliamo essere famiglie che aiutano famiglie, semplicemente», prosegue De Palo.

Dare una mano è semplice:

dal sito https://fondofamiglie.org/ si scelgono importo e periodicità della donazione e si dà disposizione tramite bonifico o carta di credito. Le famiglie in difficoltà invece possono chiamare il numero 06.81159111: risponderanno consulenti familiari di La Rete che ascolta, una delle realtà partner del progetto. Sapranno raccogliere le preoccupazioni e necessità della famiglia e fare una prima verifica rispetto alla possibilità di attivare il supporto economico del una scheda di richiesta di aiuto. A quel punto la famiglia verrà contattata da operatori del Fondo Famiglie per una prima conoscenza e infine un’apposita Commissione di valutazione del Fondo (composta dal CdA della Fondazione Forum delle Associazioni Familiari) deciderà l’ammissione al contributo. In rete ci sono tutte le associazioni del Forum, presenti in maniera capillare sul territorio italiano. «C’è quindi la possibilità di essere inseriti in una rete di famiglie, oltre all’aiuto economico», sottolinea De Palo, «è sussidiarietà, non assistenzialismo. Siamo noi famiglie che proviamo a risolvere i problemi di altre famiglie, ognuna con il suo piccolo contributo, generando un processo. Siamo una comunità pulsante».

 

 

Fonte: Vita

 

3^ Domenica di Pasqua

3^ Domenica di Pasqua 18 aprile 2021 Vangelo di Luca 24,35-48 / Giovanni 14,1-11 Commento di suor Cristina Merli, FMA     Lo ammetto, ho sbagliato! Convinta di dover fare il commento al Vangelo romano, sono pronta a registrare il podcast quando scopro che mi...

3^ Domenica di Pasqua

3^ Domenica di Pasqua 18 aprile 2021 Vangelo di Luca 24,35-49 Commento di suor Maria Vanda Penna, FMA   Così sta scritto È in corso una riunione, forse un pranzo, con molte persone: gli apostoli, “quelli che erano con loro”, i due discepoli di Emmaus che raccontano...

La migliore politica

di Luca Croci   A parer mio, i problemi della politica attuale sono la mancanza di una visione a lungo termine e una ottusione culturale generalizzata. La prima motivazione è facilmente osservabile: la stragrande maggioranza delle riforme o delle soluzioni...

Emergenza alluvione, Timor – Indonesia

Le Comunità FMA dell’Ispettoria “S. Maria D. Mazzarello” (TIN) rispondono all’emergenza alluvione offrendo ospitalità alle famiglie.   Dal 4 aprile 2021, forti inondazioni e frane causate da intense piogge hanno colpito l’area della Capitale di Timor Est, Dili, alcune...

Alin, da allievo a imprenditore

Alin Cazacu è un giovane exallievo del Centro di Formazione Professionale (CFP) salesiano di Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria, Piemonte. Grazie alla sua determinazione, al suo impegno, e agli insegnamenti ricevuti durante gli anni da studente del corso...

Il Papa ai giovani: Dio ha sete di voi

Pubblichiamo l’introduzione di Francesco al libro scritto dal cardinale Raniero Cantalamessa che racconta la tradizione di frate Pacifico, cantastorie che seguì il Poverello di Assisi   Questo libro è stato voluto per te, mio giovane fratello in ricerca, e io...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi