Donna e catechista, la storia di Hembrom

di Sumon Corraya

 

In Bangladesh tante donne collaborano con la Chiesa a tempo pieno visitando i villaggi più remoti per annunciare il Vangelo e preparare al battesimo adulti e bambini. La testimonianza di una vedova quarantenne santal: “Parlando con loro la mia lingua posso raggiungere in profondità il loro cuore. Vorrei continuare per tutta la vita a fare la catechista”.

 

Naogaon – Sono giorni intensi per la catechista Maloti Hembrom: in occasione della Pasqua centinaia di persone nella parrocchia di Bhutahara a Naogaon riceveranno il battesimo e lei si sta prendendo cura di loro. La 40enne Hembrom racconta ad AsiaNews: “Sono una catechista a tempo pieno. La mia responsabilità è insegnare il Vangelo agli adulti e ai bambini che vogliono ricevere Gesù Cristo come il loro Signore. Aiuto anche i preti e le suore nelle liturgie e nelle preghiere nei villaggi più lontani”.

 

In Bangladesh ogni diocesi ha catechisti che collaborano con i preti e le suore per questo servizio. Il loro attivo contributo permette ogni anno di far crescere il numero dei nuovi cristiani. Ed è un ministero nel quale le donne hanno un ruolo molto importante. Attualmente Maloti Hembrom segue i gruppi di catecumeni di 11 villaggi che in futuro riceveranno il battesimo; li visita spesso per insegnare e predicare.

 

Hembrom è una vedova di etnia santal, madre di due bambini. Ha studiato in un ostello ed è stata portata al cristianesimo dalla vita di un missionario del Pime nella parrocchia di Chandpukur. “Fin da bambina  – racconta – mi piacevano i cristiani. Più tardi, nel 2016, sono stata battezzata e da allora ho deciso che avrei dedicato la mia vita ad annunciare il Vangelo. Dopo di me anche i miei genitori hanno ricevuto il battesimo”.

 

Ha cominciato come catechista volontaria, poi dal 2020 è diventato un impegno a tempo pieno: durante l’ultimo mese ha trascorso ben 12 giorni lontana da casa per predicare e insegnare la fede. I suoi figli vivono in un ostello della chiesa.

La catechista ama questa vita: “Ogni giorno visito nuovi villaggi e sto in mezzo a tribali che adorano la natura, gli alberi, le divinità indu. Condivido con loro la storia di Gesù e la vita del cristiano. Non dico mai apertamente di accogliere Gesù: sono loro volontariamente a chiedere di ricevere il battesimo. Mi rendo conto che per toccare il loro cuore conta soprattutto il nostro comportamento e lo Spirito che lavora attraverso di noi”.

 

Maloti Hembrom riferisce che alle comunità tribali non cristiane piacciono la vita e la preghiera dei cattolici. Spiega che essere donna non le ha creato particolari difficoltà in questo compito: “Di solito visito persone che non conoscono Gesù, ma hanno sete di sapere. Come santal posso parlare con loro la mia lingua e raggiungere in profondità il loro cuore. Vorrei continuare tutta la vita a fare la catechista”.

 

Padre Swapon Martin Purification, sacerdote della Bhutahara Parish, ammira Maloti Hembrom e le altre donne catechiste. “Dal nostro punto di vista – osserva – sono molto affidabili. Non bevono, non fumano e dedicano più tempo al loro lavoro rispetto a I loro colleghi maschi”.

 

 

 

Fonte: asianews

 

3^ Domenica di Pasqua

3^ Domenica di Pasqua 18 aprile 2021 Vangelo di Luca 24,35-48 / Giovanni 14,1-11 Commento di suor Cristina Merli, FMA     Lo ammetto, ho sbagliato! Convinta di dover fare il commento al Vangelo romano, sono pronta a registrare il podcast quando scopro che mi...

3^ Domenica di Pasqua

3^ Domenica di Pasqua 18 aprile 2021 Vangelo di Luca 24,35-49 Commento di suor Maria Vanda Penna, FMA   Così sta scritto È in corso una riunione, forse un pranzo, con molte persone: gli apostoli, “quelli che erano con loro”, i due discepoli di Emmaus che raccontano...

La migliore politica

di Luca Croci   A parer mio, i problemi della politica attuale sono la mancanza di una visione a lungo termine e una ottusione culturale generalizzata. La prima motivazione è facilmente osservabile: la stragrande maggioranza delle riforme o delle soluzioni...

Emergenza alluvione, Timor – Indonesia

Le Comunità FMA dell’Ispettoria “S. Maria D. Mazzarello” (TIN) rispondono all’emergenza alluvione offrendo ospitalità alle famiglie.   Dal 4 aprile 2021, forti inondazioni e frane causate da intense piogge hanno colpito l’area della Capitale di Timor Est, Dili, alcune...

Alin, da allievo a imprenditore

Alin Cazacu è un giovane exallievo del Centro di Formazione Professionale (CFP) salesiano di Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria, Piemonte. Grazie alla sua determinazione, al suo impegno, e agli insegnamenti ricevuti durante gli anni da studente del corso...

Il Papa ai giovani: Dio ha sete di voi

Pubblichiamo l’introduzione di Francesco al libro scritto dal cardinale Raniero Cantalamessa che racconta la tradizione di frate Pacifico, cantastorie che seguì il Poverello di Assisi   Questo libro è stato voluto per te, mio giovane fratello in ricerca, e io...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi