Semi e seminatori di speranza

Le Giornate di Spiritualità della Famiglia Salesiana, chiuse da poco più di una settimana, in quest’anno segnato dalla pandemia hanno visto come segno di speranza il coinvolgimento di numerose persone e gruppi sparsi in tutto il mondo. Attraverso l’organizzazione di un coordinamento per regioni si è realizzata una vasta rete di comunione e di condivisione di contenuti e di intenti che hanno visto manifestarsi numerosi semi di speranza attraverso proposte concrete.

Il continente americano ha messo in risalto come la speranza venga da Dio, che spinge all’incontro con i giovani più poveri e con le loro famiglie. La preghiera personale e comunitaria, segno dell’incontro profondo con Cristo, è scuola di speranza per l’annuncio del Regno, la denuncia delle situazioni di ingiustizia e la promozione della dignità umana.

Da Spagna e Guinea Equatoriale è stato evidenziato come il mondo, e soprattutto i giovani, abbia bisogno dell’apporto del carisma salesiano. Per questo è indispensabile scoprire e vivere il Vangelo di Gesù di Nazareth come luce e fonte di ogni azione pastorale, potenziando la preghiera, la fede, la confidenza in Dio: è da un atteggiamento positivo verso la vita, stabilendo rapporti di amicizia e di vicinanza, che sarà possibile rendere presente il Vangelo.

La Famiglia Salesiana nella Regione Asia Est – Oceania, composta da 16 gruppi che vivono in 23 Paesi, ha sottolineato l’esigenza di crescere nell’unità, coltivando l’appartenenza e la condivisione ad una missione comune, soprattutto vissuta come servizio e relazione. La fede in Dio ricorda che ci sarà sempre un nuovo giorno. La fedeltà al carisma di Don Bosco porta a vedere i giovani non solo come destinatari della missione della Famiglia Salesiana, ma come fonte di ispirazione, perché è attraverso i giovani che è possibile trovare la speranza di un futuro pieno di amore di Dio.

Dall’Asia Sud (India e Sri Lanka) è stata ribadita come priorità la comunione tra i membri della Famiglia Salesiana con spirito di apertura e di perdono; inoltre è urgente trasmettere l’esperienza di Dio ai giovani e aiutarli a trovare conforto attraverso la fede in Gesù Cristo. A questo scopo occorre accompagnare i giovani e le loro famiglie con scuole di preghiera. Occorre anche rispondere adeguatamente alle aspirazioni dei giovani poveri e unire le mani per alleviare le loro sofferenze con un’attenzione particolare ai migranti, all’inserimento lavorativo, adottando misure appropriate per sradicare la povertà economica.

Dalla Polonia si conferma che è importante avere relazione con gli altri: in famiglia, con i vicini, con gli amici, relazioni vive e vere, soprattutto attraverso l’accompagnamento dei giovani: sentirli, dare loro la possibilità di esprimersi, offrire aiuto anche con la preghiera. Perché questo avvenga occorre essere aperti, autentici, testimoni della vicinanza di Dio. Soltanto con l’esempio si può mostrare che Dio ci ama. Una speranza alimentata dal coraggio: non avere paura di essere per gli altri, soprattutto per i più bisognosi.

Dal continente della speranza, Africa e Madagascar, giunge il messaggio a riscoprire la presenza di Dio in ciascuno, imparando a guardare alla propria fragilità non come a un ostacolo, ma come una disponibilità ad accogliere Dio in noi e ad accogliere l’altro. Per questo è necessario non rinchiudersi, ma portare la propria luce e unirla agli altri per alimentare un grande fuoco che riscalderà molti. La speranza non è poesia, ma è azione illuminata dalla fede che porta a fare nella vita quotidiana piccoli passi, ma con un cuore cristiano dai colori salesiani.

Infine, dal Portogallo, Capo Verde, Mozambico e Angola arriva l’invito a “imitare Don Bosco e la sua grande capacità di entusiasmare i suoi giovani a vivere la vita come una celebrazione e la ‘fede come felicità’, per essere veri testimoni di speranza”.

 

 

Fonte: infoans

3^ Domenica di Pasqua

3^ Domenica di Pasqua 18 aprile 2021 Vangelo di Luca 24,35-48 / Giovanni 14,1-11 Commento di suor Cristina Merli, FMA     Lo ammetto, ho sbagliato! Convinta di dover fare il commento al Vangelo romano, sono pronta a registrare il podcast quando scopro che mi...

3^ Domenica di Pasqua

3^ Domenica di Pasqua 18 aprile 2021 Vangelo di Luca 24,35-49 Commento di suor Maria Vanda Penna, FMA   Così sta scritto È in corso una riunione, forse un pranzo, con molte persone: gli apostoli, “quelli che erano con loro”, i due discepoli di Emmaus che raccontano...

La migliore politica

di Luca Croci   A parer mio, i problemi della politica attuale sono la mancanza di una visione a lungo termine e una ottusione culturale generalizzata. La prima motivazione è facilmente osservabile: la stragrande maggioranza delle riforme o delle soluzioni...

Emergenza alluvione, Timor – Indonesia

Le Comunità FMA dell’Ispettoria “S. Maria D. Mazzarello” (TIN) rispondono all’emergenza alluvione offrendo ospitalità alle famiglie.   Dal 4 aprile 2021, forti inondazioni e frane causate da intense piogge hanno colpito l’area della Capitale di Timor Est, Dili, alcune...

Alin, da allievo a imprenditore

Alin Cazacu è un giovane exallievo del Centro di Formazione Professionale (CFP) salesiano di Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria, Piemonte. Grazie alla sua determinazione, al suo impegno, e agli insegnamenti ricevuti durante gli anni da studente del corso...

Il Papa ai giovani: Dio ha sete di voi

Pubblichiamo l’introduzione di Francesco al libro scritto dal cardinale Raniero Cantalamessa che racconta la tradizione di frate Pacifico, cantastorie che seguì il Poverello di Assisi   Questo libro è stato voluto per te, mio giovane fratello in ricerca, e io...

Archivio Articoli

Categoria Articoli

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi